Come è nato il pattern di Giotto

E’ stato un lavoro lungo iniziato e lasciato li più volte.

Io disegno su carta con i pantoni e poi le abili mani di Anna lo rendono un file digitale e un pattern armonioso.


Abbiamo fatto tantissime prove di colore, prima di arrivare a questo.

Doveva essere usato nella collezione invernale, il mio amato pattern di Natale, ma io sono sempre in ritardo e questa volta ero talmente in ritardo da essere in anticipo per la collezione successiva.

Non volevo aspettare cosi tanto e qualcosa non mi convinceva, finche un amica non mi ha fatto notare che avevo usato gli stessi colori della collezione estiva che da li a poco avrei messo in vendita.

Lei ha trovato la soluzione che non riuscivo a vedere, quanto è importante un parere esterno per aprirti gli occhi.

E così il pattern che stavo per accantonare in attesa della prossima collezione invernale, fatte alcune piccole modifiche è diventato il protagonista della collezione primaverile.


Ma veniamo ai nostri protagonisti, c’è Giotto al quale avete dato voi il nome con il suo migliore amico il Topo.

Vivono nella Natura, quindi ci sono molti elementi floreali e vegetali e qui non potevano certo mancare le mia amate bestione, che sono in una nuova veste grafica con nuovi colori.


Ma la Natura non ci offere solo cose belle, nell’ultimo anno è arrivato questo brutto virus, che ho qui rappresentato in armonia con gli altri elementi, con la speranza che presto si trovi un equilibrio per per vivere tutti insieme.

Il pattern è stato fermo sulla mia scrivania proprio perché non sapevo rappresentare il corona virus.

Ma un giorno la scorsa estate ero ospite dalla mia amica Francesca. Ed entrando in bagno ho trovato la soluzione, le mattonelle avevano un disegno che stilizzava perfettamente la mia idea di corona virus.

E così ho superato l’ostacolo che mi aveva fatto lasciare incompleto il disegno.

Quando mi viene chiesto dove trovo l’ispirazione ed io rispondo ovunque credetemi!



In questo video potete ascoltare la storia raccontata anche con le immagini.


31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti